Photo 1 WelcomeEnglish version

Progetto Nido "PRIMAVERA" BARZANO'

Il micronido “ Primavera” è inserito nel contesto della scuola dell’infanzia e sezione Primavera ed è gestito dall’Associazione genitori “ Scuola Primavera”. L’attenzione ai valori primari della persona nell’organizzazione del servizio, nell’ampliamento degli orientamenti culturali secondo i quali si lavora con le famiglie e i bambini, tiene conto di alcuni fondamentali principi educativi, etici, morali. Viene garantita la libertà d’accesso dei minori senza distinzione di sesso, di diversa abilità, nazionalità, etnia, religione e condizione economica. Il micronido condivide con la scuola dell’infanzia e con la sezione primavera lo stesso progetto educativo, valore fondante del nostro essere comunità educante. Il nido è il luogo di vita e di condivisione.

Progetto Educativo 2012/2013

“Alla ricerca del soggetto”
Ricominciamo dal punto in cui ci siamo lasciati lo scorso anno, dalla consapevolezza che “la realtà si fa vera nell’esperienza” e dalla presa di coscienza del ruolo educativo che l’adulto è chiamato a svolgere.
E allora…
“E’ il tempo della persona nella scuola, nei rapporti, nel quotidiano per vivere pienamente tutta la realtà.” Se è il tempo della persona partiamo proprio da chi è l’uomo e che posto ha nella realtà, la realtà c’entra con la vita se si riconosce la sua dipendenza originaria:
..”Che cos’è l’uomo perché di lui ti ricordi e il figlio dell’uomo perché te ne curi?”
Salmo 8.
Tutto nasce da un incontro.
La realtà che ci circonda è fatta di un senso così grande e profondo che noi adulti siamo chiamati a riconoscere e rispondere ciò che la vita stessa ci offre: la bellezza del creato, la semplicità del volto del bambino, la fatica e il limite nel quotidiano, la bellezza dell’attesa o la soddisfazione di un abbraccio…….
La persona cambia la realtà quando ha dentro di sé cuore e ragione e per questo motivo offre sé stessa… a scuola, in famiglia, al lavoro, nei rapporti; quindi lasciamoci sollecitare dalla responsabilità educativa a cui siamo chiamati.
Cosa significa responsabilità educativa?
Significa assumerci in prima persona la responsabilità educativa di guidare i nostri bambini alla scoperta della bellezza della realtà, della grandezza del mondo. Ciò è possibile solo in rapporto di amicizia e di accompagnamento, che vale sia per i bambini come per i genitori: non si può educare se non ci si lascia educare. Educare significa introdurre il bambino a conoscere la realtà e a scoprire che tutto nella vita è dono di un disegno più grande. Allora lasciamoci sorprendere da questo dono, in un rapporto di fiducia, trasparenza, verità ed umiltà.
Se ciò che la scuola dell’infanzia deve dare è il “favorire un gioioso interessamento alla realtà”, l’insegnante deve essere persona ricca di senso della realtà stessa, persona che vive la propria esperienza umana e per questo desiderosa di comunicarla rendendo affascinante il cammino del bambino e accompagnandolo nei passi quotidiani fatti di gioco, esplorazione, amicizia, regole e conquiste.
Il bambino deve sentire che l’adulto desidera per lui la sua felicità, sostenendo, accompagnando e testimoniando.
L’adulto è testimone e per questo è necessario che creda e sia certo nella proposta che fa, che entri in rapporto con verità, perché si educa solo attraverso la verità in un rapporto di corrispondenza, rapporto che educa perché insegna ad avere a cuore il destino dell’ altro.
Ricordiamoci che noi adulti “tocchiamo” la loro vita; ricordiamoci che solo in un’alleanza tra adulti si educa diventando, per noi stessi, per i bambini e per le famiglie una comunità educante, una comunità cioè che ha a cuore l’educazione.
Tale educazione smuove e introduce alla verità delle cose.
Non è solo il “fare”, ma è creare le condizioni perché il bambino possa compiere un passo in più nella consapevolezza di ciò che gli accade.
E’ con un “Grazie” che vogliamo iniziare il nuovo anno scolastico, grazie per esserci, grazie perché condividere il percorso fa sentire meno la “fatica”, grazie perché camminare insieme vuol dire avere a cuore il destino buono dei nostri bambini, nella certezza che tutto è segno di un amore più grande e certo.

Finalità e obiettivi del servizio

Il micronido ha come fine lo sviluppo armonico psicofisico dei bambini e bambine, per questo le educatrici valorizzeranno le esigenze e potenzialità dei piccoli delle diverse fasce d’età dentro un progetto collegiale per il raggiungimento dei seguenti obiettivi:
* favorire l’acquisizione di adeguati livelli d’autonomia in relazione all’alimentazione, all’igiene, all’abbigliamento.
* favorire lo sviluppo di nuove e più strutturate modalità comunicative.
* promuovere un armonico sviluppo cognitivo attraverso la scoperta e l’esperienza dell’ambiente e della realtà circostante.
* stimolare lo sviluppo affettivo e sociale attraverso significativi contesti relazionali favorendo momenti d’incontro con le figure di riferimento e con gli altri bambini.
* favorire le capacità di affinamento sensoriali.
* favorire il controllo sfinterico come momento educativo di crescita del bambino.

Utenza

Il nido è un luogo di vita quotidiana, ricco di esperienze e relazioni significative e rappresenta una risorsa educativa per i bambini e le loro famiglie.
I bambini sono divisi in due gruppi di età dai 3 ai 36 mesi e può accogliere fino a dieci bambini.

Orari del servizio

Il nido è aperto dalle 7,30 alle 18,00 dal lunedì al venerdì. All’interno di quest’orario si possono scegliere fasce di frequenza familiari a seconda delle esigenze.
Il calendario di apertura del servizio è dal 1° settembre al 31 luglio.

Modalità di inserimento

L’inserimento tiene conto dell’importanza della gradualità come inserimento sereno del bambino e della sua famiglia al nido. Tale inserimento ha una durata di circa tre settimane, oltre alle quali a discrezione dell’educatrice di riferimento può essere prolungato o meno.
I bambini che compiono 24 mesi entro il 31 dicembre dell’anno in corso possono accedere alla sezione Primavera, previa iscrizione alla stessa, a partire dal mese di settembre.
L’inserimento è stato pensato con queste modalità attuative:
* la prima settimana: 1 ora con la presenza della mamma
* la seconda settimana: 1 ora con la mamma e 1 ora da soli senza il pranzo ( viene dato lo spuntino del mattino)
* i primi tre giorni della terza settimana: introduzione del pranzo e uscita alle ore 13.00
* il quarto giorno della terza settimana: inserimento completo con la nanna a discrezione delle educatrici in accordo con la famiglia.
Tuttavia l’inserimento potrà essere differenziato a discrezione delle educatrici e della coordinatrice in base al singolo bambino, all’età e alle esigenze.

Regolamento micronido " Primavera"

1) Al micronido Primavera possono essere iscritti i bambini a partire dai 5 mesi di età dell’anno scolastico da frequentare.
L’ammissione dei bambini avrà il seguente ordine di precedenza:
a) i bambini figli di genitori residenti a Barzanò che lavorano entrambi.
b) i bambini, figli di genitori residenti a Barzanò.
c) minore età anagrafica.
d) i bambini, figli di genitori non residenti a Barzanò.
e) ordine di iscrizione.
Ad esaurimento posti verrà istituita una lista d’attesa.
L’iscrizione avviene mediante presentazione della domanda su moduli predisposti dall’Associazione.
In caso di variazione residenza e di qualsiasi cambiamento di indirizzo o numero telefonico, si devono tempestivamente avvisare le educatrici e la segreteria.
Al momento della presentazione delle domande, dovrà essere versata la tassa di iscrizione in vigore al momento.
La quota mensile è costituita da:
Quota fissa: l’importo è stabilito di anno in anno dal Consiglio di Amministrazione e per quest’anno è di € 480,00 per una frequenza fino a sette ore.
Essa va pagata mensilmente per l’intero anno scolastico indipendentemente dalla frequenza.
Per eventuali ritiri effettuati, se seriamente motivati con un preavviso di almeno tre mesi, la retta viene sospesa a fine rapporto, se invece un bambino rimane a casa senza preavviso da un giorno all’altro si dovrà sostenere la spesa della retta per almeno tre mesi. La quota è differente per chi frequenta il nido mezza giornata, in tal caso l’importo mensile è di € 300,00.
Quota pasto: l’importo, che viene definito di anno in anno, per quest’anno è pari a € 3,00 a buono. Sono in vendita in segreteria, i blocchetti sono composti da 20 buoni pasto.

2) Nei primi giorni del mese verrà consegnato ai bambini il prospetto della retta mensile che dovrà essere pagata in segreteria entro tre giorni o tramite addebito sul conto corrente della scuola. Il modulo relativo può essere ritirato presso la segreteria della scuola stessa.
Al Consiglio spetta di calcolare interessi di mora di ogni pagamento oltre scadenza. Il Micronido Primavera è un servizio accreditato a Rete Salute pertanto si può far richiesta per il voucher. Per maggiori informazioni chiedere in segreteria.

3) L’orario del nido è:
* 7,30 / 9,30 arrivo dei bambini
* 13,00 / 13,30 uscita intermedia / entrata pomeridiana
* 16,00 / 16,30 fino alle 18,00 uscita
Il bambino viene accolto dall’educatrice del nido. Alle 9,30 inizia la sua giornata e la porta viene chiusa, eventuali ritardi devono essere seriamente motivati. Per il ritiro del bambino all’ uscita della scuola è necessario firmare un’autorizzazione in cui si possono delegare persone diverse dal/i genitore/i tutore/i del bambino stesso. I delegati al ritiro dovranno essere maggiorenni.
Si sottolinea che, una volta che i genitori o chi da loro delegati, abbiano ritirato il bambino, decade ogni responsabilità della scuola.

4) Corredo:
Ogni bambino deve avere un abbigliamento comodo, calze antiscivolo e una borsa di tela contenente:
* Bavaglie con elastico e asciugamani con appendino, contrassegnati dal proprio nome;
* Lenzuolino e copertina;
* Un cambio completo in caso di necessità;
* Pannolini personali.

Personale

Insegnanti: Chiara and Valentina
In ciascun gruppo di bambini ci saranno educatori di riferimento che assicureranno continuità di relazioni ed esperienze per bambini ed adulti.
Il rapporto adulti/bambini tiene in considerazione i regolamenti regionali e l'organizzazione interna prevede diversi momenti di co-presenza dello staff.


Didactic director: Patrizia
Figura di responsabilità didattica-educativa, nella persona della Sig.ra Colombo Patrizia, oltre che figura di coordinatrice per la scuola dell'infanzia "Primavera" fa da collegamento tra i servizi presenti sul territorio, è responsabile della stesura della programmazione, nonchè del P.O.F. e della Carta dei Servizi, è suo compito trasmettere unità e competenza al personale nido educativo ed ausiliario, tenere costanti rapporti con le famiglie, promuovere attività ed incontri formativi.


Personale di cucina: Raffaella, Domenica e Giovanna
La professionalità delle cuoche della scuola dell'infanzia verrò ampliata per i piccoli del micronido e le stesse provvedono alla qualità nella preparazione dei pasti a seconda delle esigenze e dell'età.


La segretaria: Paola

Attualmente è a disposizione :
mattina: dal lunedì al giovedì dalle ore 8.30 alle 12.30, il venerdì dalle 7.30 alle 12.00
pomeriggio: il lunedì dalle 15.00 alle 16.30.
Ogni pomeriggio dalle 15.00 alle 16.30 sono presenti inoltre mamme volontarie per qualsiasi bisogno burocratico.

Il personale ausiliario: Mariarosa e Teresa

Personale già presente da contratto stipulato con un impresa di pulizia, con orari predefiniti e con interventi ordinari e straordinari concordati con l’impresa di pulizia stessa.

I colloqui

Sono previsti momenti di colloqui con le famiglie così suddivisi:
* all’inizio dell’anno previo appuntamento con la coordinatrice per un colloquio preliminare.
* un momento di colloquio durante l’anno richiesto dalle educatrici su appuntamento come strumento fondamentale di conoscenza, di crescita, di confronto e di verifica. Inoltre le educatrici, durante il corso dell’anno, sono disposte in qualsiasi momento a fissare incontri con i genitori.
* I momenti di festa, condivisi con le famiglie per conoscere, vivere e sentirsi appartenenti allo stesso progetto educativo e di crescita educativa comune.

Progetto didattico

Il collegio docenti del Micronido per l’anno scolastico 2012/2013 ha pensato ad un progetto didattico differenziato per valorizzare le competenze in base all’età.
I bambini vivranno l’esperienza proposta attraverso la scoperta tattile/ sensoriale e accompagnati dall’educatrice di riferimento la quotidianità prenderà forma a partire da due concetti fondanti: l’affetto e la scoperta.
L’affetto permette al bambino di assimilare calore, vitalità, fiducia, stima,capacità di relazione, conoscenza, di sé e della realtà.
La scoperta legata allo sviluppo del pensiero permette al bambino di fare esperienza comprendere e consolidare le sue conoscenze.
Il filo conduttore è una storia dal titolo: “piccolo Blu e piccolo Giallo”, una storia molto semplice, con contenuti facili da trasformare in azioni ed esperienze da vivere.Il progetto didattico è il motore spinto e mosso dalle ragioni del progetto educativo e la storia contiene oltre agli elementi di vissuto esperienziale un senso religioso che dice qual è il valore del nostro vivere l’esperienza di nido.
Il senso religioso ci accompagna nel vissuto quotidiano attraverso l’atteggiamento e la dedizione degli adulti nei confronti dei nostri piccoli accolti e amati.

Rapporto scuola-famiglia

Riteniamo sia fondamentale creare un clima accogliente che abbracci non solo il bambino ma anche la sua famiglia.
Una collaborazione per condividere il cammino di crescita di ciascuno.
Nel progetto educativo si parla di sguardo valorizzatore, uno sguardo che sappia valorizzare l’unicità di ciascun bambino nell’unità tra i docenti, i genitori, e tutto il personale scolastico.
Per questo si è pensato di riproporre l’esperienza già consolidata di “un thè in compagnia” come momento di condivisione, dove ci si racconta l’esperienza che si sta vivendo al nido, con i genitori/educatrici e coordinatrice.
Un altro momento di confronto viene vissuto in due incontri di visione di foto che testimoniano la vita al nido.

Rapporto con la FISM

La nostra scuola aderisce alla Federazione Italiana Scuole dell’Infanzia in particolare al progetto “Prima i bambini” che si occupa del coordinamento pedagogico – didattico oltre che della formazione dei docenti della prima infanzia.

Photo 1